close
Blockchain

Sviluppo di Bitcoin: che cos’è la Lightning Network?

1 Condivisioni

Molto spesso si è sentito parlare dei problemi di sviluppo di Bitcoin, ma la quotazione non ne ha mai risentito. Oggi ci concentreremo su un aggiornamento di protocollo molto importante, la Lightning Network. Questa nuova implementazione riuscirà a migliorare la situazione del Bitcoin?

sviluppo di bitcoin-lightning Network

Il prezzo del Bitcoin ha visto una decrescita negli ultimi giorni. Probabilmente, oltre alla nuova legge sulla tassazione USA e all’Hard Fork previsto per il 28 Dicembre,  essa è stata causata anche dal fatto che il suo sistema di transazioni non è ancora pronto per essere utilizzato da un pubblico molto vasto. Come vi abbiamo spiegato nei nostri precedenti articoli sul sistema Bitcoin e sulla nascita del Bitcoin Cash ci sono delle criticità che sono sotto l’occhio di tutti.

Le transazioni in Bitcoin richiedono circa un’ora per poter essere approvate, con commissioni che si aggirano su numeri maggiori di 10$ indipendentemente dalla quantità di token spostati. Quale potrebbe essere quindi una soluzione per lo sviluppo di Bitcoin?

Le transazioni off-chain e lo sviluppo di Bitcoin

Chi segue i nostri articoli sui Bitcoin sa che il Bitcoin Cash ha deciso di risolvere il problema delle transazioni aumentando il peso del singolo blocco della Blockchain da 1MB (previsto dal Bitcoin) a ben 8MB.

Attualmente le transazioni non sono abbastanza da riempire tutti gli 8MB, ma con un protocollo del genere è facile capire che la Blockchain crescerà a dismisura nei prossimi anni, diventando di fatto inaccessibile a chiunque se non a chi potrà permettersi memorie campienti e costose. Al contrario chi guida lo sviluppo di Bitcoin vuole evitare di appensantire la Blockchain e far passare la maggior parte delle transazioni al di fuori di essa, ovvero off-chain.

Le transazioni affidate a terzi

Ovviamente, per raggiungere questo obiettivo, servirà un sistema gestito da qualcuno all’esterno per garantire la sicurezza degli scambi in Bitcoin al di fuori della Blockchain. Attualmente sono i miners con i loro calcolatori elettronici a garantire che gli scambi avvengano senza problemi. Essi di fatto fanno le veci della banca.

Senza i miners e senza transazioni inserite nella Blockchain è necessario che servizi terzi permettano lo scambio di Bitcoin in sicurezza. In questo modo le transazioni non andranno a gravare sulla Blockchain, saranno più rapide e con commissioni basse. Il protocollo che è attualmente in sviluppo per questo obiettivo è chiamato Lighning Network.

Lightning Network e lo sviluppo di Bitcoin

Avremo modo di approfondire cosa fa la Lightning Network e cosa altro è in programma per lo sviluppo di Bitcoin, ma per ora vogliamo solo farvi capire come essa si integra con la Blockchain. Partiamo dal principio. Grazie all’aggiornamento SegWit di agosto (segregated witness) è possibile inserire nella Blockchain delle transazioni non firmate, ovvero non ancora confermate ma che permettono di utilizzare dei Bitcoin.

Cerchiamo di fare un esempio su questo sviluppo di Bitcoin. Se un utente deve usare dei Bitcoin contiuamente per fare degli acquisti su Amazon, può decidere di aprire un canale con Amazon stesso e segnalarlo nella Blockchain (senza firma). Prelevando 1BTC, può effettuare tutti gli acquisti che vuole sul sito web senza che la transazione venga confermata sulla Blockchain, ma soltanto dalla Lightning Network che notifica ad Amazon l’arrivo dei Bitcoin dell’utente.

Quando l’utente avrà terminato il suo saldo di 1BTC dopo mesi e mesi di acquisti allora lo scambio sarà concluso e verrà registrato sulla Blockchain. Qual è il vantaggio? Invece di inserire decine e decine di transazioni per gli acquisti dell’utente sulla Blockchain, è bastato notificare che l’utente ha inviato 1BTC ad Amazon, con un carico nettamente minore su ogni blocco.



Lightning Network: il canale aperto off-chain può funzionare?

Il discorso sulla sicurezza del canale tra l’utente e Amazon è complesso. Per ora vi basta sapere che una serie di regole garantiranno che non avvengano errori o furti da parte di malintenzionati. Chiaramente non essendoci i miners a fare da garanti è necessario che qualcuno emetta dei servizi digitali basati sulla Lightning Network per far sì che le transazioni fra utenti siano corrette.

Per ora non è dato sapere se questa soluzione sarà quella definitiva e permetterà al Bitcoin di poter rivaleggiare con circuiti come Visa o Mastercard, ma sicuramente avrà un impatto positivo sul sistema di scambio.

Attualmente Bitcoin non è in grado di essere una valuta usata a livello globale per via della lentezza intrinseca e delle transazioni troppe elevate. E’ necessario che il protocollo della Lightning Network sia validato al più presto e che lo sviluppo di Bitcoin proceda in maniera molto più rapida.

DISCLAIMER
Business Talks è un Blog e non è da considerarsi un contenuto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Tutti i contenuti sono redatti a solo scopo informativo, possono essere modificati in qualsiasi momento e rappresentano esclusivamente nostre opinioni. Questo articolo NON è da considerarsi una sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate. Eventuali decisioni di investimento che dovessero essere prese dai lettori sulla base dei dati, analisi e grafici qui forniti sono di esclusiva responsabilità dell’investitore e devono intendersi assunte in piena autonomia decisionale, sotto la propria responsabilità e a proprio esclusivo rischio.

1 Condivisioni
Tags : AltcoinBitcoinBlockchainEthereum
Business Talks

The author Business Talks

Digital Addicted. Si puòinvestire nei mercati in maniera diversa e innovativa rispetto a come ci hanno sempre fatto credere. I Millennials rivoluzioneranno il mondo #BusinessTalks